Google+ Followers

martedì 29 maggio 2012

QR Code: vorresti usarlo bene?

Ma vogliamo o no spiegare alle persone cosa diavolo ci possono fare con questo QR code?

Il QR code [Quick Response Codes) è un canale di comunicazione potentissimo. 
Se solo pensiamo alla molteplicità di luoghi di utilizzo, dalle vetrine dei negozi, alle pensiline degli autobus e dei tram, sulle bottiglie di birra, sul cartone della pizza... allora è semplice comprendere le potenzialità del mezzo.
Tuttavia il mezzo non è ancora sfruttato a dovere ed il motivo principale è uno ed è comune ad aziende e utenti:

......ma come si usaaaa???????????????

Quando per la prima volta ho visto il filmato The Problem with QR Code di Scott Stratten (sono solo 2 minuti) mi sono letteralmente piegata dalle risate.
L'aspetto disarmante è che lo trovato così vero. Drammaticamente vero.
Per comprendere a fondo ciò che sto per raccontare non potete esimervi dal dedicare due minuti alla visione di questo video. 
Non solo ho la certezza che vi divertirete ma sono altrattanto convinta che avrete investito bene il vostro tempo perchè il video di Stratten potrà diventare l'incipit della vostra prossima presentazione al cliente o ancora ai vostri studenti.
Vengo subito al dunque. 
Facciamo tutti i tecnologici: ci piacciono gli smartphone, siamo sempre connessi, usiamo l'ultima versione di hootsuite per tenere sotto controllo tutti i  social.... ma quando si tratta di destinare la tecnologia ad un uso intelligente alle volte manchiamo.


E non mi riferisco solo ai clienti che spesso chiedono l'uso di strumenti innovativi senza ragionare sul perchè ; mi riferisco anche ai consulenti di comunicazione che spesso sono impreparati o non perfettamente in grado di consigliare il cliente in merito all'integrazione tecnologica con la comunicazione.

Si badi bene: non è mia intenzione fare alcuna lezione e nemmeno colpevolizzare i consulenti di comunicazione o tutti quei clienti che danno brief strambi.
Vorrei solo analizzare con voi la situazione e capire se si può sfruttare il mezzo al meglio.
Torniamo al QR code e vediamo alcuni numeri, così per farci un'idea dello stato dell'arte.


Dalla ricerca Nielsen svolta nel Regno Unito* il 67% dei consumatori ha visto un QR Code ma solo il 20% lo ha utilizzato. 
Il 79% di tutti quelli che l'hanno utilizzato lo trovano utile e molto utile.
La maggior parte dei brand inserisce QR Code nella propria pubblicità ma senza spiegare perchè lo fanno e come si utilizza. 
In questo modo molti destinatari non vengono raggiunti e il potenziale della campagna pubblicitaria non è pienamente sfruttato (Cfr. Nielsen).

Coloro che non lo hanno utilizzato (50%) hanno dichiarato che non è mancanza di interesse bensì per non disponibilità dell'applicazione o del lettore pre-installato.
Ultimo dato comune al Regno Unito e Italia è che tendenzialmente gli utilizzatori sono maschi, giovani e possessori di Smartphone.
  
Se poi guardiamo ai numeri di una ricerca condotta da Ipsos Explorer disponibile su Google Insight  dal titolo "Our mobile planet: Italy" e ci soffermiano su alcuni main finding:


#82% dei possessori di smartphone ricercano prodotti e servizi con il proprio device
#25% degli utilizzato di smartphone acquistano un prodotto o servizio con il proprio mobile.
A questo punto dell'analisi è molto più chiaro che lo smartphone sta sempre più diventando uno strumento critico per lo shopping nel nostro paese ma anche che una strategia cross channel ragionata è più che auspicabile.


E voi che gestite brand rivolti al pubblico di giovani donne (make up, body care, apparel, food) volete o no  invertire la tendenza che vede il pubblico maschile più addicted all'uso del QR Code? 

A parte gli scherzi un uso strategico del mezzo regala un'esperienza unica al consumatore e a volte esclusiva come quella offerta da Calvin Klein nel famoso Get it uncensored.


* ricerca Nielsen condatta ad ottobre del 2011, nel Regno Unito su un pannel on line raccogliendo le risposte di 608 rispondenti [con riferimento ai dati del nostro paese il campione è riferito alla popolazione italiana di 2300 rispondenti Q3 - 2011]. Per visionare la ricerca completa http://nielsenfeaturedinsight.mag-news.it/nl/nielsen_link_5055.mn

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...